Torre Vado Vacanze

Itinerario di un giorno alla scoperta di Gallipoli "città bella" e Baia Verde

Non a caso è denominata la Perla dello Jonio per la sua straordinaria bellezza, Gallipoli offre un'accoglienza calorosa ai suoi turisti non solo con bellezze architettoniche e paesaggistiche, ma anche con buon cibo, i piatti tipici della cucina salentina famosi per la loro bontà. Primo su tutti lo scapece alla gallipolina, il tipico pesce fritto con aceto, pan grattato e zafferano. La vendita del pesce fresco avviene come da tradizione nella piazza circolare del mercato del pesce, da secoli in questa piazza i pescatori mettono in bella mostra le loro conquiste, frutto di un mestiere antico tramandato di generazione in generazione.

All'entrata di Gallipoli troverete un grande parcheggio, giù al porto, dove poter lasciare la vostra auto e godere a piedi delle bellezze che la città offre. Nella città vecchia si trova la Fontana Greca del XVI secolo, la cappella di Santa Cristina, molto cara ai pescatori è la Chiesa di Santa Maria del Canneto al centro dei festeggiamenti a inizio luglio con il rito della riemersione della statua della Vergine dal mare a opera di una squadra di sub. Oltrepassando il ponte ad archi, che congiunge il borgo alla città vecchia, vi troverete di fronte l'imponente Castello Angioino Aragonese.Torri, bastioni e soprattutto cinta murarie furono costruite con l'intento di difendere la città dalle invasioni esterne e ancora oggi sono visibili.

Una piazza introduce al centro storico di Gallipoli che si articola tra viuzze, edifici di diverse epoche storiche, palazzi e chiese. Praticamente un isolotto con una costruzione a labirinto. Massima espressione del barocco la si trova all'interno della Cattedrale di Sant'Agata conosciuta anche come Duomo di Gallipoli che si trova nel punto più alto dell'isola. All'interno nelle tre navate si può ammirare la bellezza dell'arte barocca salentina mentre all'esterno ad affiancare la monumentale cattedrale è la Torre dell'Orologio composto da un piccolo campanile che contiene due campane in bronzo.

Gallipoli è anche meta di giovani che amano il divertimento, da sempre si registrano numeri da capogiro per l'affluenza di turisti italiani e stranieri non solo nei mesi estivi, ma anche nel resto dell'anno, nelle festività e nei ponti. Gallipoli si conferma meta turistica molto amataL'unica spiaggia della città prende il nome dalla Chiesa della Madonna della Purità che contiene al suo interno veri e propri capolavori in legno, maioliche, pietra, ma anche importanti testimonianze pittoriche, la più importante quella che ritrae la Madonna della Purità del pittore napoletano Luca Giordano. La Spiaggia della Purità è l'unico lido sabbioso  all'interno del centro storico. Nonostante la presenza di nuove e grandi spiagge questa piccola porzione di spiaggia è molto amata dai bagnanti per la sua acqua limpida e il bel paesaggio che si può ammirare.

A sud di Gallipoli si trova una spiaggia molto famosa: Baia Verde. Meta molto ambita dai giovani che la scelgono i primi per il divertimento che offre e per la moltitudine di discoteche e locali in cui trascorrere le fresche serate estive; e dalle famiglie che apprezzano la spiaggia molto ampia con sabbia bianca e fine e l'acqua cristallina. Un paesaggio naturale arricchito dalla vegetazione nato come zona residenziale estiva di Gallipoli e divenuto un vero e proprio quartiere molto gettonato dai vacanzieri e turisti di ogni dove.
E' una vera e propria oasi di pace raggiungibile anche a piedi, ma per chi ama le comodità può usufruire anche dei bus che collegano la città di Gallipoli al mare. A Baia Verde non si trova solo spiaggia libera, ma anche numerosi stabilimenti balneari che offrono ai propri clienti ogni comfort. Dopo il tramonto diventano dei veri e propri locali per la movida notturna in cui è possibile sorseggiare da bere e ballare fino all'alba.
 


Condividilo con i tuoi amici!


   
   

@ grafica di Ivan Sammartino - IWStudio