Torre Vado Vacanze

Itinerario turistico a Otranto, la porta d'Oriente

Un interessante itinerario è quello che fa conoscere la città di Otranto in tutta la sua bellezza storica, artistica e turistica. La Visita guidata di Otranto, permetterà di conoscere le attrattive di questo luogo affascinante, che si trova sul punto più orientale d'Italia e per la sua posizione strategica Otranto è stata un crocevia di popoli e culture: nominata Porta d'Oriente perchè da qui era facile raggiungere ed essere raggiunti dall'Oriente. 

Per il suo sviluppo economico è stato un vantaggio il contatto e la mescolanza con altre popolazioni, ma allo stesso tempo Otranto è stata facilmente assalita dai popoli incursori, come i turchi che nel 1480 hanno lasciato un segno indelebile della loro presenza con l'uccisione di oltre 800 prigionieri divenuti i Santi Martiri Patroni di Otranto e festeggiati ad agosto con riti civili e religiosi. Testimonianza storica di questo grande sacrificio umano è conservata nella Cattedrale facilmente raggiungibile a piedi da Porta Terra. Il pavimento in mosaico che rappresenta l'Albero della Vita porta verso la Cappella dei Martiri dove sono conservate le spoglie degli ottocento vittime dei turchi.

Da Piazza della Cattedrale si snodano innumerevoli vicoli colorati da tante botteghe e negozi di souvenir in cui il turista può conoscere il cibo e l'artigianato locale e fare tranquillamente i suoi acquisti. Continuando a camminare sempre a piedi, ammirando le bellezze che la città offre, si arriva alle mura della città denominate Bastione dei Pelasgi, a picco sul mare da cui si possono ammirare le acque cristalline del mare di Otranto.

Attraversando tutto il percorso si arriva al Castello Aragonese, realizzato nel XV secolo di forma pentagonale irregolare. La fortezza è un vero e proprio capolavoro di architettura militare, circondato da un ampio fossato è costituito da quattro torri mentre sul quinto lato si trova il ponte levatoio. Da Porta Mare si raggiunge, poi, il Santuario di Santa Maria dei Martiri che sorge sul Colle della Minerva luogo del martirio degli otrantini.

Oggi il borgo antico di Otranto per la sua bellezza è Patrimonio Culturale dell'Unesco ed è uno dei borghi più belli d'Italia.


Condividilo con i tuoi amici!


   
   

@ grafica di Ivan Sammartino - IWStudio